“La pura volontà, priva di scopo, nata dal desiderio del risultato, è sempre perfetta” Aleister Crowley

La nostra capacità di accettarci, stimarci, di perseguire con determinazione quello che amiamo, quello che ci fa sentire vive e ci dona energia, sono tutte funzioni che vengono regolate e spiegate dal nostro Terzo Chakra.

Vi capita mai di sentirvi stanche, prive di energia, con poca voglia di portare a termine i vostri compiti, sia quelli che vi stanno a cuore che i “doveri”? Vivere con passività, o al contrario con iperattività, con attacchi di rabbia e bisogno di avere sempre l’ultima parola? Tutte queste sensazioni possono essere sintomo di uno squilibrio a livello del Terzo Chakra.

Indagare sul funzionamento dei nostri Chakra è fondamentale per capire se stiamo “lavorando” nel modo giusto, un qualsiasi squilibrio di uno di questi importantissimi centri d’energia, può influenzare notevolmente il nostro modo di essere, le nostre azioni, e il nostro rapporto con gli altri.

Il nome sanscrito del Terzo Chakra è “Manipura”, che si traduce come “gemma rilucente”. Questo centro d’energia è localizzato nel plesso solare, lì dove ogni tanto sentiamo “ribollire” la rabbia, il nervoso, la paura. Manipura è il chakra dominato dall’elemento del Fuoco, quel fuoco che una volta acceso, dà vita a tutte le nostre azioni, movimenti, trasformazioni e cambiamenti.

La funzione di Manipura è proprio quella di farci superare l’immobilità, uno stato che è direttamente collegato alla nostra volontà di agire. È grazie a questa se riusciamo a compiere azioni difficili, a muoverci per scoprire cose nuove, a fare una scelta, ad allontanarci da schemi ripetitivi e limitanti. Quando non riusciamo ad agire, non troviamo la forza e il coraggio di scegliere e rischiare, è possibile che questo centro di energia non stia funzionando a dovere.

Manipura è anche responsabile del sistema metabolico e quindi dell’apparato digerente, è proprio quest’ultimo infatti che grazie alla “combustione” del cibo, ci dà energia per sopravvivere e muoverci nella nostra giornata. Disordini dell’alimentazione, troppa fame, poca fame, gonfiore, fino ad arrivare a disfunzioni come il diabete o l’iperglicemia sono direttamente collegate al funzionamento di Manipura.

Ma come possiamo riequilibrare il Terzo Chakra?

Un primo passo importante è riappropriarci della nostra volontà. Cosa significa? Capire che la volontà è consapevolmente controllata da noi stesse. La vita presenta delle scelte: prendere decisioni origina volontà. È importante ricordarsi anche di non considerarsi delle “vittime” degli eventi e della vita. Incolpare chi ci circonda della nostra sofferenza, presuppone che l’unica speranza di un miglioramento sia strettamente legata a un loro cambiamento, ma questo non è qualcosa che possiamo controllare. Il cambiamento deriva da un nostro sforzo, dalla nostra volontà.

Se qualcosa ci trattiene, ci blocca, magari una situazione che, nonostante i nostri sforzi, non “decolla” e che ci porta via troppe energie, è il momento di lasciarla andare. Quando ci liberiamo da un attaccamento che ci tiene sotto scacco, la nuova energia liberata può essere potentissima e riportarci leggerezza.

Anche l’attività fisica, in particolare il jogging, è molto efficace. Chi corre ammette di avere molta più energia durante la giornata, molto semplicemente perché “energia crea energia”.

Anche gli oli essenziali possono facilitare questo processo: gli oli essenziali di limone, zenzero e menta, aiuteranno a placare ansia e stress e a stimolare l’energia e la vitalità.

Se dovessimo sentire il bisogno di una guida possiamo chiedere aiuto all’Arcangelo Michele, è lui ad essere collegato al Terzo Chakra. Ci aiuterà ad esprimerci con coraggio e forza, ridandoci la forza di agire. Infatti fu proprio lui a donare all’uomo l’autentica libertà nel volere, affinché potesse scegliere di determinarsi lui stesso, nel proprio essere, nel proprio agire e nel suo destino.

Riportare armonia nel Terzo Chakra ci renderà sicure di noi stesse, consapevoli della direzione da far prendere alla nostra vita. Energiche e decise, senza paura o timore di agire. Ci sentiamo sicure e soddisfatte del posto che occupiamo nella vita, capaci di gestire ed esprimere armoniosamente le nostre emozioni.

Simboli e corrispondenze del Terzo Chakra

Nome Sanscrito: Manipura
Significato: Gemma rilucente
Elemento: Fuoco
Localizzazione: Tra l’ombelico e il plesso solare
Funzione: Volontà, potere e sicurezza
Stato interiore: Riso, gioia, rabbia
Colore: Giallo
Verbo corrispondente: Io posso
Pietra: Ambra, topazio, quarzo citrino
Arcangelo: Michele

Se ti va, puoi iscriverti alla newsletter, ogni mese approfondirò un tema particolare, potrai trovare piccoli esercizi e consigli che potrebbero aiutarti nel tuo percorso di crescita personale.

Mi trovi anche su Instagram come @marika.piparo